SEZIONI


Quattro sono le sezioni cardine attorno alle quali si snoda l’essenza della manifestazione:

1) Ricerca: Questa sezione di ARES Festival si propone di individuare, valorizzare e promuovere nuove voci e nuovi sguardi legati alla settima arte, riponendo massima attenzione su quel cinema di frangia, di ricerca, giovane e sperimentale, che difficilmente trova adeguata e consona visibilità, con opere sperimentali e di animazione, documentari, video-arte provenienti da diverse parti del mondo, in concorso e fuori concorso.

La sezione si compone infatti sia di un Concorso Internazionale di Film sia di Selezioni Fuori Concorso di opere audio-visive provenienti da importanti film festival internazionali.

2) Multimedialità : A.RE.S. Film & Media Festival promuove inoltre processi e prodotti inediti inerenti al campo dei nuovi media e all'applicazione delle innovazioni tecnologiche all'arte filmica, visiva e sonora. Il Festival organizza difatti al suo interno performances live ed esposizioni permanenti di opere d’arte ibride, realizzate con l’assemblage di elementi differenti: video, suono, interfacce computerizzate, software, dispositivi elettronici, rappresentazioni di un’arte eclettica, capace di aiutare l’utente a trasformarsi da passivo in attivo, coinvolgendolo e rendendolo protagonista di quel processo misterioso e formativo che è l’Arte.

3) Identità: Il contenitore culturale di ARES Festival propone poi un ciclo di laboratori denominati “Cinema con gusto” volti a mettere in luce le affascinanti connessioni istituibili tra le arti visive, il cinema, il cibo, il paesaggio, la memoria dei luoghi, la filosofia del gusto. Tali laboratori si compongono di “sperimentazioni culinarie”, con maestri chef locali che invitano il pubblico alla riscoperta di cibi e gusti tipici del territorio, e di contestuali e suggestivi viaggi visivi, con selezioni ad hoc di opere documentaristiche e narrative, attraverso i luoghi e la loro memoria.

4) ResponsabilitàSociale: ARES festival propone infine tavole rotonde e momenti di confronto pubblico volti a scandagliare, attraverso un dibattito aperto e la partecipazione di attori culturali di alto profilo, temi di responsabilità sociale, di sostenibilità ambientale, di democrazia deliberativa, come pure a sviluppare una discussione partecipata sulle questioni più scottanti della società contemporanea. L’obiettivo è far emergere quella linea trasversale che il Festival propone sin dalla sua prima edizione: la volontà di risponde alle questioni più articolate del mondo attuale attraverso la ricerca di soluzioni complesse, le quali non possono più essere demandate ai soli operatori del sistema politico tradizionalmente inteso. ARES ritiene invece necessario allargare la base attiva del pluralismo democratico, coinvolgendo differenti competenze in un percorso integrato volto ad un costante miglioramento della qualità della vita.